Come i virus e gli sbadigli, le emozioni sono contagiose.
Una ricerca del 2014, condotta da James H. Fowler dell’Università della California, ha evidenziato che quando diventiamo improvvisamente felici a causa di un evento (magari perché ci siamo innamorati), un amico che vive nel raggio di un paio di chilometri ha il 25% di probabilità di diventare felice a sua volta.
Questo vale anche al contrario.
Un altro studio, questa volta a cura di Gerald J. Haeffel dell’Università del Wisconsin-Madison, ha scoperto che gli studenti che dividono una stanza con colleghi che manifestano sintomi depressivi rischiano di essere “contagiati” a loro volta.