Condividi
  • 5.7K
  •  
  •  
  •  
  •  
    5.7K
    Shares

   

In questo articolo scopriremo:
[1.] Che cos’è la procrastinazione e perché si manifesta.
[2.] Gli effetti negativi della procrastinazione
[3.] 4 tecniche per smettere di procrastinare secondo gli esperti.

   




   

 

 

Stamattina mi sono alzato dal letto e ho percepito qualcosa nell’aria.
Un po’ come quando ti svegli nel pieno della notte e senti puzza di bruciato: cammini a tentoni dell’oscurità e strizzi gli occhi quasi a sembrare un asiatico per cercare la fonte del fumo.

A un certo punto ho capito cosa arieggiava: siamo già al quarto mese dell’anno e non ho fatto ancora niente di quello che mi ero promesso di fare per il 2018.

Tutto quello che avevo rimandato da Gennaio fino ad ora mi aspettava fuori la porta di casa per riempirmi di botte e farmi pagare ogni minuto di spensieratezza che mi ero preso.
Questo è l’effetto indesiderato della procrastinazione, signori.

 

 

«Procrastinare è come avere una carta di credito:
ci si diverte un sacco finché non arriva il saldo.»
– Christopher Parker

 

 

Perché Procastinare

La procrastinazione è un’abitudine nociva molto comune tra le persone.
Essa consiste nel rimandare sistematicamente le attività in ogni area della vita.
Questo fenomeno causa effetti negativi molto potenti, come la riduzione dell’autostima, la distruzione delle proprie relazioni e può perfino compromettere la carriera lavorativa.




Secondo Susan Krauss Whitbourne, professoressa emerita di Psicologia dell’Università del Massachusetts Amherst, il 20% degli adulti si identifica come procrastinatore.
A questo si aggiunge che oltre il 70% degli studenti universitari dimostrano di essere dei procrastinatori cronici (questo spiegherebbe perché si ritrovano quasi tutti su Facebook a lamentarsi degli esami).

 

 

Procrastinare: Quali Sono Gli Effetti Negativi

Anche Piers Steel, psicologo dell’Università di Calgary, ci mette in guardia dalla procrastinazione, pubblicando una meta-analisi nel 2007 sulla rivista Psychological Bulletin.
Steel ha analizzato numerose ricerche sul tema della procrastinazione ed ha scoperto che chi ne soffre ha più probabilità di diventare povero, di essere infelice e sprecare denaro a causa delle tasse (magari perché non rispettano le scadenze).

Non è finita qui: la procrastinazione aumenta la probabilità di soffrire di problemi medici e non prendere decisioni importanti come risparmiare i soldi per la pensione.

Insomma, essere procrastinatori è un po’ come giocare a calcio dopo essersi fratturato deliberatamente le gambe con un martello, e pretendere anche di segnare!

 

ronfare icona

Come Sconfiggere La Procrastinazione

Okay, ti trovi a inizio di una nuova fase della tua vita con tutte le cose che hai rimandato.
Amico mio, stai per essere travolto dal “Se ne parla dopo” come uno sciatore che viene investito da una valanga.
Corri seriamente il rischio che questi propositi si trasformino in “Se ne parla nel 2019“, se non prendi delle misure cautelative.  Ecco i miei consigli.

 

 

LEGGI ANCHE: “8 Falsi Miti Sulla Produttività Che Ti Danneggiano

 

 

#1. Identifica Il Tuo Obiettivo

Identifica un compito specifico su cui focalizzarti.
Non importa che sia un obiettivo che ti eri prefissato da anni (come imparare a suonare uno strumento musicale) oppure poche ore fa.  Non importa nemmeno la sua apparente complessità.
La cosa importante è che l’obiettivo sia specifico, concreto e preciso.

Ad esempio, voler “imparare tutto il programma di Diritto Commerciale per il prossimo appello” è un obiettivo generico.
Trasformarlo in “imparare 2 paragrafi al giorno per i 93 giorni che mi separano dall’esame” lo rende più specifico, più concreto e più pratico.

   

 

 

#2. Scrivilo E Appendilo Alla Porta!

Hai reso l’obiettivo specifico.  Il prossimo passo è quello di dargli vita.
Scrivi su un foglio il tuo obiettivo, come vuoi raggiungerlo e in quanto tempo.
Metti più informazioni possibili e, alla fine del foglio/progetto, scrivi le seguenti parole accompagnate dalla tua firma:
“Io, Tizio Caio Sempronio, seguirò il seguente programma rispettando tutte le scadenze e raggiungendo il seguente obiettivo”.

Fatto questo, prendi il foglio e attaccalo alla porta della tua camera o in un qualsiasi luogo in cui tutti possano vederlo.
Sembra una cretinata?  Non lo è.

Gli psicologi hanno dimostrato che assumere pubblicamente un impegno aumenta la probabilità che la promessa venga rispettata.
Il motivo è tanto semplice quanto banale: vogliamo sempre mantenere una buona immagine di noi.
A nessuno piace chi non mantiene la parola, quindi questa “pressione pubblica” ci spingerà a rispettare la nostra tabella di marcia.

 

 

#3. Premiati, Dannazione!

Ho avuto modo di ascoltare una puntata in cui Tim affermava che, quando procrastini “è come se una voce nella tua testa stesse parlando negativamente di te stesso”.
E’ come se ti ridicolizzasse dimostrandoti di non essere capace in niente.  Non sei abbastanza da rispettare i tuoi impegni.
Questo ha un pessimo effetto sulla tua autoefficacia, cioé la fiducia che una persona ripone nelle proprie capacità e abilità nel raggiungere un determinato obiettivo.

David Allen, autore del libro “Detto, fatto! L’arte di fare bene le cose, ha scritto a tal proposito:
“L’80% dei pensieri che fai su te stesso sono negativi.”
E’ difficile essere diligenti e non procrastinare quando sei il primo a svilirti.
Questo causa un circolo vizioso che ti rende sempre più scoraggiato (e quindi sempre più tendente a rimandare i tuoi obiettivi).

Come si risolve questo problema?  Premiandoti.
Quando raggiungi un obiettivo – non importa quanto piccolo – non dimenticare di gratificare la tua persona.
Concediti anche premi stupidi, come “una pausa di 30 minuti extra per aver rispettato il numero di pagine da studiare oggi” oppure “un piccolo cioccolatino per aver mangiato frutta e verdura per tutto il weekend, rispettando la dieta“.
La tua performance migliorerà.

 

 

#4. Sconfiggi L’Origine Della Procrastinazione

Il motivo per cui ti freghi da solo e finisci con il procrastinare è semplice.  Nel momento in cui sai che dovresti fare qualcosa, un’altra parte di te è consapevole che non la stai facendo, quindi finisci con il creare dal nulla una scusa per non farla davvero.
In Psicologia questo fenomeno è conosciuto con il nome di dissonanza cognitiva.  Tim Pychyl, che ho già citato, ci ha scritto un bell’articolo al riguardo, pubblicato sulla rivista Psychology Today.

Come si contrasta questo fenomeno?  Bisogna allenare il proprio cervello a riconoscere questo “errore mentale” per correggerlo.

Quando senti quel prurito dietro la nuca è perché stai facendo qualcosa che in fondo sai essere una perdita di tempo.
Quando accade, fermati e chiediti “Cos’è che dovrei fare che invece sto evitando facendo questa azione inutile?”, sforzandoti di ritornare al tuo obiettivo prefissato.
Passa e riguarda il foglio che hai appeso, se è necessario.
Con il tempo e con la pratica sarà sempre più facile vincere la propensione a cazzeggiare, e sarai una persona più efficace.

 

 

Conclusioni.

Eradicare la tendenza a procrastinare può far la differenza nella tua vita.
Sono numerose le biografie di uomini e donne di successo che sottolineano l’importanza di essere costanti, piuttosto che dei fenomeni in un determinato settore.

 

L’articolo finisce qui.
Se ti è piaciuto, lascia un Mi Piace o un Commento per farmi sapere la tua opinione e Condividilo con i tuoi amici.
Segui Psicologia Applicata per leggere il prossimo articolo.
Alla prossima!

 

 

__
Articolo consigliato: “8 Falsi Miti Sulla Produttività Che Ti Danneggiano
Lettura consigliata: “Detto, fatto! L’arte di fare bene le cose: Il metodo GTD” di David Allen.
Puoi leggere un estratto del libro a questo indirizzo.

Detto, fatto! L'arte di fare bene le cose
Fondatore di Psicologia Applicata. Mi interesso di Psicologia, persuasione, tecnologia e di cucina giapponese che ha rovinato le mie finanze. Il mio obiettivo è diffondere conoscenza, arricchire le persone ed estrarre il meglio da loro. Il mio mantra è: "La conoscenza è potere."

Condividi
  • 5.7K
  •  
  •  
  •  
  •  
    5.7K
    Shares

commenti